“Per un morso di mela” ad Acquapendente

Il progetto MuseiOn per il Sistema Museale del lago di Bolsena, con il contributo dell’Unione Europea, della Regione Lazio, in collaborazione con i Comuni del Sistema interessati e curata dall’associazione Teatro Null con la direzione artistica di Gianni Abbate, prosegue la sua programmazione facendo tappa ad Acquapendente.
Qui nello splendido scenario del Chiostro di San Francesco, dove è allestita la Pinacoteca, sezione distaccata del Museo della città, domenica 13 agosto alle ore 18,00, verrà presentato lo spettacolo “Per un morso di mela” tratto dal testo di M. Twain “Il diario di Adamo ed Eva” della compagnia di Viterbo “Fanalino di coda”.
“Sulla terra l’amore eterno non è un tenero idillio, ma una faticosa conquista”, questo il messaggio lanciato dalle cinque attici, che accompagnate dal suono di strumenti a percussione, ci faranno rivivere il destino degli uomini che sembra segnato a ripetersi all’infinito.
In un’epoca in cui l’amore eterno o romantico, sembra passato di moda, il testo che ascolteremo ne rinnova la speranza. Il segreto per rendere eterno l’aimore è di unirlo alla tolleranza come accettazione delle reciproche fastidiose diversità che consente il raggiungimento del faticoso traguardo di una vita in comune.
La compagnia “Fanalino di coda”, sarà composta questa volta da: Eleonora Faccenda, Sara Donato, Paola Pierini, Federica Lucci, Vera Anelli, per la regia di Daniela Achilli e Graziella Araceli. Le musiche di accompagnamento sono eseguite da Roberta Sperduti, e la scenografia di Andrea Araceli. Per informazioni telefonare alla Coop L’Ape Regina allo 0763-730065 oppure al Centro Visite del Comune di Acquapendente al numero verde gratuito 800-411.834 interno zero. Ingresso gratuito.

Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.